Dalla tragedia alla farsa. Lo stalinismo ieri e oggi


Una tragedia greca (seconda parte)

Occupazione, Resistenza e guerra civile nella Grecia degli anni '40

Pubblichiamo la seconda parte dell'analisi della Guerra civile e della resistenza greche, e del ruolo negativo dello stalinismo - greco e internazionale - all'interno di questo evento centrale della storia europea. La prima parte è stata pubblicata su questo stesso sito il 17 maggio IL RUOLO CONTRORIVOLUZIONARIO DELLO STALINISMO Tace, invece, L'Unione sovietica. Silente rimane il piccolo padre georgiano. Non una parola viene proferita da Molotov e Malenkov. La Stampa moscovita non...

2 Giugno 2018 - Piero Nobili

Una tragedia greca

Occupazione, Resistenza e guerra civile nella Grecia degli anni '40

Pubblichiamo la prima parte di una dettagliata ricostruzione analitica della Resistenza e della Guerra civile greche e dell'intrecciarsi della loro dinamica storico-politica con questioni essenziali della strategia del movimento operaio, greco e internazionale. Particolarmente nefasto risultò, senza eccezione rispetto al resto dello scenario europeo e mondiale, il ruolo dello stalinismo greco Nell'agosto del 1949, in Grecia, si concludeva la guerra civile. Con la perdita del...

17 Maggio 2018 - Piero Nobili

Il movimento LGBTI e l'esempio di cento anni fa

L'attualità della Rivoluzione russa

Nella Russia zarista la "sodomia" era formalmente illegale dal 1835: gli individui che non si adeguavano alle "norme" predominanti sul genere e la sessualità venivano imprigionati per il solo fatto di esistere. Ma la situazione cambiò da un giorno all'altro quando i bolscevichi e la classe operaia conquistarono il potere. La discriminazione fu abolita completamente dalla legge, a partire da un decreto del Consiglio dei Commissari del popolo del 5 dicembre [22 novembre] 1917:...

27 Novembre 2017 - Germán Cabanillas (Gruppo LGBTI Santa Fe, Argentina)

La rivoluzione e il suo contrario

Stalinismo versus comunismo

Con il crollo dell’URSS, sembrava ormai definitivamente tramontata ogni residua influenza esercitata dagli apologeti dello stalinismo. Si pensava, cioè, che l’estinzione dei dinosauri fosse un fatto ormai acquisito, e che le dure leggi della paleontologia avrebbero schiaffeggiato chiunque avesse, anche solo per un momento, sostenuto il contrario. Non si sapeva che anni dopo ci si sarebbe dovuti ricredere davanti alla parziale resurrezione dell’ultimo animale...

28 Settembre 2017 - Piero Nobili

I conti del PD con il fascismo, dall'amnistia Togliatti alla propaganda di Fiano

Lo scontro politico tra le destre, il Movimento 5 Stelle ed il PD sul reato di apologia di fascismo è solamente lo spettacolo desolante di una finta battaglia ideologica tra blocchi reazionari, condotta da chi solo qualche mese fa proponeva norme elettorali e istituzionali peggiori di quelle fasciste del 1923 Il 22 giugno 1946 entrava in vigore il “Decreto presidenziale di amnistia e indulto per reati comuni, politici e militari” avvenuti durante il periodo...

14 Luglio 2017 - Ruggero Rognoni

Catalogna 1937: cronaca di una sconfitta

Pochi mesi erano passati dalle gloriose giornate del luglio 1936, quando migliaia di operai nelle strade di Barcellona e delle principali città della Catalogna avevano respinto il tentativo di golpe del generale Francisco Franco, in molti casi armati rudimentalmente. Furono pochissimi gli ufficiali e i generali dell’esercito spagnolo, tradizionale valvola di sfogo dei figli cadetti della borghesia, a schierarsi dalla parte della repubblica. L’ardore rivoluzionario degli...

8 Maggio 2017 - Vincenzo Cimmino

Armando Cossutta

La realpolitik della bandiera

«Cossutta o non Cossutta, l'Ulivo è alla frutta». Così suonavano le conclusioni di un vecchio articolo di Giampaolo Pansa, a commento del naufragio della prima esperienza nazionale della coalizione di centrosinistra, due decenni fa. Correva il movimentato ottobre del 1998, e la (unitarissima) Rifondazione Comunista a salda guida Bertinotti-Cossutta stava per spaccarsi in due come una mela sulla questione del rapporto con il governo Prodi, portato al successo delle...

16 Dicembre 2015 - Se. Fe.

Quando Stalin andava a braccetto con il Terzo Reich

Sul Patto Molotov-Ribbentrop

Nell’agosto del 1939, al Cremlino si svolgeva una conviviale e sconcertante cerimonia suggellata da un brindisi beneaugurante. “So quanto la nazione tedesca ami il suo Führer. È un bravo ragazzo. Per questo desidero bere alla sua salute” (1). Con queste parole Stalin saluta il “patto di non aggressione” tra l’Urss e la Germania nazista, firmato da Molotov e dal suo omologo tedesco, il barone von Ribbentrop. Resa pubblica immediatamente la...

12 Giugno 2015 - Piero Nobili

  • <
  • 1
  • 2
  • >